9 Strategie vincenti per le tue scommesse

Il mondo delle scommesse può offrire ottimi guadagni, ma anche grandi perdite, in base a quanto si è capaci di gestire l’importo a disposizione e le proprie puntate. In Italia nell’ultimo anno di pandemia – in cui abbiamo vissuto anche un lockdown che ha bloccato tutto – il fatturato del gioco è stato di 12,5 miliardi di euro, con la previsione di un incremento nel 2021, e l’online ha registrato un incremento del 30% rispetto al 2019 (dati Agipronews). 

Molti siti hanno ampliato la loro offerta, garantendo migliori bonus di entrata per i nuovi giocatori, come 888Starz, che offre come benvenuto ai suoi scommettitori il 100% del rimborso immediato sul primo deposito (fino a 100 euro) e diverse formule di guadagno e “giri gratuiti” per le varie puntate. Un ottimo sistema per chi inizia a giocare e vuole partire con una quantità di denaro superiore.

1
100% fino a 130€ LIVE130

Ma come fare per giocare al meglio e vincere sempre o quasi? Quali sono i metodi migliori da adottare. Vi spiegheremo qui nove fra le più utilizzate e consolidate strategie vincenti che applicate a un’approfondita conoscenza del gioco e/o evento su cui si punta, vi permetteranno di avere dei buoni guadagni. Vediamole nel dettaglio. 

Metodo under/over

Ritenuto il più semplice fra i sistemi per scommesse, il più adatto ai principianti, permette di guadagnare anche grosse cifre ed è caratteristico del calcio. Era nato insieme al sistema gol/ no gol (si punta sulla possibilità o meno di segnare), ma presto se n’è allontanato. 

Questa strategia di betting permette di puntare sulla possibilità che un evento sportivo termini con quota di gol totali superiore (over) o inferiore (under) al numero fissato dal bookmaker. La probabilità di vittoria è del 50%, contro quella del 33,3% puntando sull’esito finale (1, x, 2).

Inizialmente si scommetteva under/over con il numero fissati di gol a 2.5, che prevedeva l’under minimo di 3 gol a partita e l’over massimo di 2 gol. L’online ha rivoluzionato questa quota; ora i bookmaker cambiano il numero fissato a seconda dell’evento sportivo e delle differenti probabilità che le statistiche rivelano.

Oggi l’under/over non è fissato solo per il risultato finale della partita, ma riguarda anche i vari tempi. Si trovano under/over per il primo e secondo tempo; ma anche per per le rimesse laterali, i cartellini gialli e rossi, i fuorigioco. Il metodo di betting si è evoluto nel tempo e spesso – nei giocatori più esperti – si combinano con il classico 1×2. Il sistema a scommessa multipla è quello più consigliato perché offre maggiori probabilità di guadagno.

Per calcolare l’under e over su una determinata partita si consiglia di prendere in considerazione i match precedenti di entrambe le squadre. Per calcolare l’under si somma il numero di occasioni che hanno avuto per l’under e si divide per i gol subiti di ambo i club. Il risultato moltiplicato per 100 darà la probabilità che il match abbia quell’under. In maniera analoga si avrà la percentuale statistica dell’over. 

Probabilità under =  (under squadra A + under squadra B)/ (gol subiti squadra A + gol subiti squadra B) X 100

Metodo di scommesse a correzione d’errore

Se l’under/over era perfetto per i principianti questo metodo di betting calza a pennello sui più esperti. Si tratta di un sistema a puntata multipla in cui si può riuscire a recuperare l’intero importo della puntata se utilizzato con capacità. 

Le puntate sono diverse, si vince sia se si indovinano tutti i risultati che se si commette un errore. Si indicano le partite sulle quali è possibile che si verifichi; meno possibilità di errore ci sono nella scommessa, più si guadagna. Il massimo è di 3. 

Si possono giocare a sistema dai 3 a 12 eventi sportivi. La quota minima è di 2 euro. Ma solitamente utilizza questo metodo chi vuole puntare alto, proprio per lo scarso margine di errore rispetto al guadagno. Molti bookmakers consentono di sviluppare questo tipo di sistema in maniera automatica con il pc. 

Il Metodo Three Routes

Le tre strade di Stuart Delta è una strategia a sistema multipla che permette di vincere puntando su tre percorsi di giocata differenti. Se due non vanno a buon fine, si vince anche solo con una delle due strade. Ma si può anche perdere con tutte. 

Prima di puntare si stabilisce il bankroll, ovvero l’importo che si decide di spendere, e lo si divide per le tre strade. Si scommette su eventi differenti l’uno dall’altro; se nella prima strada si perde, allora si investe il doppio nella seconda. Se si perde anche lì, si investe tutto sulla prima.

Questo metodo consente di recuperare anche con una sola strada l’importo speso per le altre due. Uno dei segreti per ottenere il guadagno più alto possibile con questo metodo di betting è controllare gli eventi che si vogliono scegliere sui vari bookmakers e scegliere in base alle quotazioni più alte. 

Il Sistema X Factor

Questa strategia che non ha niente a che vedere con il celebre talent show, è particolarmente redditizio se viene applicato a campionati minori, ma sul calcio di serie A è sconsigliabile. Vediamo meglio in cosa consiste. 

È un metodo basato sui pareggi. Si devono prevedere correttamente almeno 3 pareggi su 5 selezioni indicate nella schedina virtuale. Se invece si riesce a piazzare tutti e 5 i pareggi, la somma è triplicata. Puntando 0,25 centesimi di euro per ogni combinazione, si avranno in totale 26 scommesse:

  • 10 doppie
  • 10 triple
  • 5 quadruple
  • 1 quintupla

Questo sistema è molto redditizio perché le X hanno quote più alte, e se applicato ai campionati minori si hanno buoni margini di guadagno. Ma va utilizzato avendo ben studiato il rendimento delle squadre, i giocatori, e la stagione in corso. Non è possibile improvvisare e vincere, sarebbe un grandissimo colpo di fortuna. 

Il metodo del raddoppio

Questa strategia è molto semplice: individuate eventi che abbiano una quota bookmakers pari almeno a 2,00. Puntate. Se vincete raddoppiate la somma messa in gioco; se perdete puntate il doppio su un evento con quota analoga, in modo da poter rifarvi della perdita precedentemente subita.

Questo è il sistema del raddoppio avanzato: più rischi, ma anche maggiori guadagni. Altrimenti, la tipologia semplice prevede la divisione del bankroll per gli eventi quotati come nel precedente caso, ma senza alcun raddoppio in caso di perdita. Guadagni e rischi sono inferiori.

La strategia 1×2

Con questa tecnica guadagnerete piccole somme di denaro progressivamente. Si punta 1, X e 2 rispettivamente su tre bookmakers per una partita. Si investe su chi offre una quota più alta per il risultato scelto, in modo da avere il più alto margine di guadagno.

Questo metodo offre la possibilità di un guadagno quasi sicuro, o comunque un ritorno del capitale investito, ma di sicuro non vi farà diventare dei Paperon de’ Paperoni. 

Il sistema del 3%

Un altro modo per guadagnare con le scommesse in maniera più “sicura” è il quello di giocare il 3% del capitale investito. Spesso a prima vista viene scartata questa strategia perché la si ritiene troppo dispendiosa e lunga, ma invece, se seguita rigidamente, può portare risultati costanti nel lungo periodo. Vediamo come funziona. 

Si fissa un bankroll iniziale e si punta su un evento che possa far guadagnare il 3% del bankroll. Ma bisogna scegliere solo Value Bets (“scommesse di valore”), cioè eventi sportivi in cui la percentuale di rendimento è migliore del rischio con quote dai 1.10 a 1.20. Le Value Bets si riescono a riconoscere solo se si ha una conoscenza approfondita dello sport su cui stiamo investendo, altrimenti rischiamo di commettere dei sonori buchi nell’acqua.

Come trovare una value bets? Dovete diventare dei piccoli bookmakers e capire l’effettivo valore delle quote. Esaminate con attenzione le squadre, il rendimento, le probabilità dei vari esiti degli eventi, il numero dei gol. Confrontate le quote dei vari siti di scommesse con le percentuali elaborate da voi. Se vedete una notevole discrepanza, avete trovato la vostra value bets. 

La value bets in sostanza si basa sull’errore del bookmaker. Questa previsione è realistica? Sì, pensiamo al caso dell’Inter. Una squadra valutata con quotazioni alte, che poi nella realtà dell’ultimo campionato ha disatteso le speranze.

Le operazioni per calcolare con precisione matematica la value bets sono:

  • Calcolo della probabilità implicita.
  • Probabilità reale più fair odd.
  • Expected Value e ritorno atteso.
  • Se il risultato darà un valore positivo è una value bets.

Il sistema del 3% è applicabile anche su scommesse non value bets, ma in quel caso il rischio di perdere il capitale investito è maggiore. Per questo è consigliabile applicare questa strategia solo se si hanno le competenze per capire come investire con ampi margini di guadagno. 

La formula di Kelly

Questa non è una strategia ma una vera e propria formula individuata nel 1956 dal matematico John L. Kelly e pubblicata sul Bell System Technical Journal, per stabilire come incrementare i propri guadagni con le scommesse, ma anche operazioni finanziarie di trading, in maniera quasi sicura. Vediamo di che si tratta nel dettaglio.

Innanzitutto si devono azzerare i rischi di perdere del tutto il proprio bankroll, investendo su puntate facili. Si determina con questa formula qual’è la quota di bankroll da spendere per garantirsi la perdita minore. La formula elaborata da Kelly è:

%=(Q*P-1)/(Q-1).

Percentuale del bankroll da utilizzare è uguale a Quotazione per (probabilità-1)]/ (Quotazione-1)

Facciamo un esempio pratico per capire meglio. Abbiamo un bankroll di 100 euro, l’evento su cui vogliamo investire è quotato a 2,10, applicando la formula dovremmo utilizzare il 4,54% del bankroll. 

(2,1*50%-1)/(2,1-1)= 4,54%

Perché la formula Kelly porti nel lungo periodo vantaggi, bisogna prendere in esame solo match che abbiano un buon rapporto quota – probabilità. Tuttavia, molti scommettitori non la utilizzano per la difficoltà di calcolo effettivo delle reali probabilità di un evento sportivo.

Il sistema Trotto

Fra le più comuni e utilizzate si trova quest’ultima strategia che analizziamo, simile al metodo del raddoppio: una progressione vincente di quote basse. Il nome derivante dal tradizionale termine per indicare la camminata dei cavalli, il “trotto”, e riproduce nelle vittorie l’incedere dei cavalli, prima lento, poi più veloce. 

Il giocatore punta 2 euro su uno o due eventi che vengono quotati a 1.50 ed 1.70. Se vincerà punterà la stessa cifra di prima ad eventi con le medesime quotazioni. In caso di perdita, dovrà incrementare la puntata in questo modo: 

2 – 6 – 16 – 45 – 65

Quando si incrementa, si punta sempre quella cifra. Se si perde per quattro volte, allora si investe su eventi con quotazioni 1.50 e 1.80.

Fra le strategie di scommesse ci sono molti sistemi di progressione. Possiedono la caratteristica comune di mettere in condizione il giocatore perdente di potersi rifare in caso di mancata vittoria. Tuttavia, sono molto rischiosi e poco adatti ai principianti, perché il rischio è l’azzeramento del bankroll. 

Per questo sono indicati solo per i più esperti che abbiano una buona conoscenza del gioco su cui scommettono e dispongano di bankroll importanti

Alcuni suggerimenti utili

Vogliamo fornirvi qui alcune “dritte” per approcciarvi al mondo delle scommesse in maniera sicura, proficua e intelligente.

Iniziamo dalla base: Il bankroll. Stabile una somma di denaro da utilizzare per le scommesse e fermatevi quando termina. Calcolate un quantitativo congruo per le vostre finanze, che vi garantisca anche nel caso di perdita totale, di non produrre alcun buco nel vostro “bilancio”.

Non esiste nessuna strategia sicura. Per quanto si possa calcolare la migliore formula statistica o matematica, ogni scommessa è dettata anche da fattori di imprevedibilità che si basano sulla realtà degli eventi disputati nel momento. Potete solo avere strategie vincenti per ridurre al minimo i rischi e contenere le perdite. 

Utilizzate i bonus benvenuto dei bookmakers. Scegliete di investire su più piattaforme e valutate sempre le condizioni ottimali che vi pongono all’inizio. 

Puntate sugli sport più marginali: tennis, pallavolo, corse d’auto. Offrono guadagni maggiori e ci sono meno persone che vi investono. Studiate quelli che offrono quotazioni migliori e imparate tutto ciò che c’è da sapere su atleti, squadre e vittorie. 

Non buttatevi mai alla cieca, studiate sempre la vostra strategia: a lungo termine vi ricompenserà!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.